ISLANDA, GRAN CIRCUITO

Spettacoli della natura

Spettacoli della natura

10 giorni 9 notti

Laguna Blu, Reykjavik

Laguna Blu, Reykjavik

10 giorni 9 notti

Geyser spettacolari

Geyser spettacolari

10 giorni 9 notti

 

ISLANDA, GRAN CIRCUITO - CODICE ITINERARIO: CV3ISS003

10 giorni 9 notti

Aeroporti di partenza: Milano, Malpensa

Guida locale di lingua inglese

Numero massimo di partecipanti 14

 

1° giorno / Milano – Reykjavík

Partenza da Milano Malpensa in tarda serata con volo diretto per Reykjavík (o con scalo). Arrivo nella notte all’aeroporto internazionale di Keflavík e trasferimento privato in una cittadina dopo Reykjavík, per il pernottamento. N.B. questo trasferimento dall’aeroporto all’hotel dura più di un’ora ma lo abbiamo scelto per portarci avanti e rallentare i ritmi della giornata successiva.

 

2° giorno / Reykjavík – Golden Circle – Hofgarðar (190 km ca.)

Al mattino partenza per una delle più classiche visite dell’Islanda, il Golden Circle Tour. Le bellezze imperdibili di questa giornata includeranno: Kerið, cratere dalla profondità di 55 m., formatosi in seguito a un’esplosione che diede origine all’intera area di crateri chiamata Tjarnarhólar. Proseguiamo per i colori surreali, il potente vapore e le calde sorgenti della famosa area geotermica di Geysir. Il “Grande Geysir”, la sorgente di acqua calda che ha dato il nome a tutti gli altri nel mondo, ha smesso la sua attività eruttiva all’inizio del XX secolo e dopo i terremoti del 2000 ha ripreso ad emettere spruzzi alti fino a 50 metri, ma molto raramente. A pochi metri si trova però il suo “fratello minore”: il vicino Strokkur zampilla getti d’acqua alti fino a 20 metri, ogni 4-8 minuti. Successivamente procediamo per il Þingvellir National Park, dal 930 al 1798 sede dell’Alþing, il parlamento islandese, e luogo nel quale si può chiaramente vedere la frattura tra la zolla europea e quella nordamericana. Per questa ragione il parco non è solamente il più importante sito storico dell’Islanda, ma anche una zona geologicamente molto significativa. Ultima visita della giornata sarà il fiordo di Hvalfjörður (chiamato anche il fiordo delle balene), con le sue sponde rocciose e le spiagge nere. Pernottamento nell’area a Hofgarðar.

 

3° giorno / Snaefellsnes Peninsula – Stykkishólmur – Vatnsdalur (370 km ca.)

Al mattino iniziamo l’esplorazione della Penisola di Snæfellsnes, famosa per il ghiacciaio Snæfellsjökull, che deve parte della sua celebrità per essere stato menzionato nella nota opera di Jules Verne “Viaggio al centro della Terra”, ed è considerato ancora oggi un punto di forze soprannaturali dagli appassionati di esoterismo. I paesaggi che caratterizzeranno questa giornata sono davvero sensazionali. A Hellnar faremo una sosta in una vecchia e caratteristica stazione di pesca del 1560. La zona è nota per il frequente passaggio delle balene e per una leggenda che narra dell’apparizione della Vergine Maria e di tre angeli nel 1230. Un luogo davvero fiabesco è Djúpalónssandur (la spiaggia della laguna profonda), dove troviamo curiose formazioni laviche e piccole lagune incastonate nelle spiagge nere. Nei giorni tersi da qui si può chiaramente avere una visuale del ghiacciaio di Snæfellsjökull. Le visite concluderanno con Stykkishólmur, centro molto importante per il turismo e la pesca. Raggiungiamo Vatnsdalur per il pernottamento in hotel.

 

4° giorno / Vatnsdalur – Skagaströnd – Skagafjörður – Siglufjörður (190 km ca.)

La giornata sarà dedicata alla visita della penisola di Skagaströnd, che offre magnifici panorami dell’Oceano Artico e dei fiordi del nord, come lo Skagafjörður, luogo molto importante per la storia del Paese in quanto cinque delle più grandi battaglie della storia islandese furono combattute proprio qui nella guerra civile del XIII secolo. A Kálfshamarsvík ammireremo colonne di basalto considerate tra i fenomeni geologici più belli dell’isola con la loro forma esagonale. Ci incanteremo davanti alle pareti rocciose di Ketubjörg, da cui sgorgano diverse cascatine d’acqua. Continuando il percorso lungo la fertile valle di Skagafjörður giungiamo a Siglufjörður, una delle cittadine più belle d’Islanda, dove trascorreremo la notte.

 

5° giorno / Siglufjörður – Lake Mývatn – Hverarönd – Dettifoss – Skjöldólfsstadir (330 km ca.)

Partenza al mattino in direzione est superando Akureyri, la “capitale” del Nord Islanda. Proseguiamo il viaggio verso il Lago Mývatn, fermandoci lungo strada per la visita della spettacolare Goðafoss (la cascata degli dei). Arrivo allo splendido Lago Mývatn, brulicante di anatre: sono presenti, infatti, almeno una dozzina di specie di anatre, in colonie di centinaia o persino migliaia di individui. Questi volatili sono ghiotti di insetti, specialmente di mosche, che qui non mancano! Un altro spettacolo naturale che si può ammirare nella zona sono le eccezionali formazioni laviche di Dimmuborgir, create dalle colate incandescenti a contatto con l'acqua fredda, che arrivano anche a un’altezza di decine di metri. Le più alte sono dette "castelli neri" per il colore della roccia lavica. Le interessanti forme includono archi, grotte e strutture zoomorfe naturali. In altre zone del lago vi sono formazioni laviche dette "pseudo-crateri" create da violente esplosioni della lava bollente sopra i 1000-1100 °C, spinta con forza nell'acqua fredda. Sosta alle sorgenti naturali di Grjótagjá, dove, tempo permettendo, potremo immergerci nell’acqua geotermale. Proseguiamo poi fino alla suggestiva distesa di Namafjall, una zona di solfatare: si cammina tra pozze di fango che ribollono e fumano. Le tinte del giallo e del rosso dominano, l'aria è intrisa da vapore e odore sulfureo e in alcuni punti si possono notare piccoli geyser. Il viaggio continua fino alla cascata più potente d’Europa, Dettifoss, alta soltanto 44 metri, ma con 500 metri cubi di acqua per secondo, che crea spruzzi visibili a 1 km di distanza. Proseguiamo fino a Skjöldólfsstadir, cittadina dell’Islanda orientale, per il pernottamento.

 

6° giorno / Skjöldólfsstadir – il cratere del vulcano Askja – i campi lavici di Holuhraun – Reyðarfjörður (340 km ca.)

La giornata sarà dedicata all’incantevole area compresa fra Skjöldólfsstadir e il cratere del vulcano Askja. Attraverseremo il vasto campo di lava di Holuhraun in uno spettacolare e unico ambiente lunare. E’ curioso il fatto che la NASA scelse questi luoghi per l’addestramento degli astronauti dell’Apollo nel 1967. Ammireremo paesaggi incredibili come un vecchio cratere a forma di anfiteatro, cascate e canyon fino a raggiungere la base da cui parte la camminate per raggiungere il grande cratere dell’Askja, circondato da montagne spesso innevate (si è ad un’altezza di circa 1100 m). L'Askja è un vulcano che ha eruttato due volte in epoca moderna: una nel 1875 e una nel 1961. La caldera principale del vulcano è occupata dal lago Öskjuvatn. Situato tra le montagne, questa enorme caldera di 50 kmq, è un luogo da non perdere: freddo, ventoso e ostile, fa riflettere sullo smisurato potere della natura. Adiacente al grande cratere si trova il piccolo cratere Viti caratterizzato da acque solforose di colore verde/azzurro, un ambiente davvero straordinario. Ritorniamo nella zona dei fiordi dell’est, raggiungendo Reyðarfjörður.

 

 7° giorno / Fiordi dell’est – Jökulsárlón – Skaftafell – Kirkjubæjarklaustur (400 km ca.)

Il percorso costiero di questa giornata ci regalerà scorci sempre più suggestivi, fra fiordi, alte falesie, cascate e spiagge infinite. Visita di Djúpivogur, villaggio di pescatori situato all’imbocco del fiordo Berufjörður, ottimo punto per il bird watching. Simpatica sosta a Gleðivík per le 34 uova in pietra, un’opera d’arte che rappresenta le 34 uova che vennero deposte dagli uccelli in questa baia. Si prosegue il percorso, costeggiando il suggestivo ghiacciaio Vatnajökull, il più grande d'Europa per volume e il secondo per estensione. Arrivo alla laguna di Jökulsárlón, per l’incantevole spettacolo degli iceberg staccatisi dal ghiacciaio che galleggiano nella laguna. Camminata lungo la spiaggia dove si possono ammirare da pochi metri questi incredibili iceberg di ghiaccio blu. Tempo permettendo si può effettuare una minicrociera tra gli iceberg (durata 40 minuti ca. - non inclusa circa 30 euro). Con un po’ di fortuna è possibile scorgere anche qualche foca sulla spiaggia o che si lascia trasportare da qualche iceberg. La sosta successiva sarà allo Skaftafell National Park, per una breve passeggiata. Il Parco misura circa 4,800 kmq e costituisce il secondo parco nazionale islandese per dimensione. Il panorama è molto simile a un paesaggio alpino, ma l'intera area è stata formata dalle eruzioni vulcaniche nel corso di migliaia di anni. Skaftafell è rinomato in Islanda per il suo clima gradevole e per le giornate estive soleggiate, insolite per il sud dell'isola. Il parco ha al suo interno una foresta di betulle e molte specie di uccelli e volpi artiche. Arrivo a Kirkjubæjarklaustur, villaggio di notevole interesse storico, dove trascorreremo la notte.

 

8° giorno / Kirkjubæjarklaustur – Seljalandfoss – Sólheimar (220 km ca.)

Al mattino continuiamo il percorso verso ovest, lungo la costa meridionale dell’isola, attraversando i vasti campi di lava. Dopo una sosta al villaggio di Vík, giungiamo alla spiaggia di Reynishverfi, una delle più belle d'Islanda, e alle meravigliose formazioni rocciose di Dyrhólaey, pinnacoli di lava nera che fuoriescono dal mare. Superiamo l’imponente lingua di ghiaccio nera di Sólheimajökull, per giungere successivamente a Skógar, dove ammireremo la cascata di Skógafoss. Sosta in una fattoria proprio ai piedi del famoso vulcano Eyjafjallajökull, noto per la sua eruzione del 2010, e alla vicina cascata di Seljalandfoss, tra le più fotografate d’Islanda. Ai lati si inerpica un sentiero lievemente impervio che permette di arrivare dietro la cascata stessa ed ammirare il potente getto. Per il pernottamento raggiungeremo il Sólheimar Eco-Village, un’oasi di pace dove trascorreremo due notti, con la splendida vista sul Mt. Hekla.

 

 9° giorno / Sólheimar – Reykjavík - Blue Lagoon - Sólheimar (250 km ca.)

Al mattino è prevista una visita della bellissima e colorata città di Reykjavík, la capitale dell’Islanda. Un saliscendi di viali, casette in legno dalle facciate variopinte, il bellissimo laghetto nel cuore della città e la vista della baia da ogni punto. Dopo aver fatto un po’ di whale whatching per tentare di avvistare le balene e i delfini, raggiungiamo la Blue Lagoon, sorgente geotermale nei cui pressi è stato costruito un meraviglioso centro benessere per godersi i benefici delle sue splendide acque. È uno dei luoghi più turistici dell’isola, anche per la sua vicinanza alla capitale, ma vale la pena rilassarsi in queste acque davvero blu! Ritorno all’eco-village per il pernottamento.

 

10° giorno / Reykjanes Peninsula – partenza

 Al mattino, dopo una sosta al lago di Kleifarvatn, ci rechiamo nella zona geotermale di Seltún, caratterizzata da solfatare, fumarole e pozze di fango bollente. L’ambiente è surreale, caratterizzato da colori che variano dal giallo al rosso e al verde. Trasferimento in aeroporto in tempo per la partenza del volo per l’Italia, diretto o con uno scalo. Arrivo in serata. NB: la partenza di agosto prevede il volo al mattino pertanto da Sólheimar si raggiungerà direttamente l’aeroporto senza soste. 

 

LA QUOTA COMPRENDE 

I voli internazionali in classe economica, i trasferimenti in/out a Reykjavik, i trasporti con minibus e autista/guida locale di lingua inglese, trattamento di pernottamento e prima colazione, l’assicurazione come specificato, guida di viaggio.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

Le bevande, tutti i pranzi e le cena, le mance, gli extra personali, le escursioni e le visite non indicate, tutto quanto non espressamente menzionato.

 

 

 

N.B.  Il viaggio suddetto è a titolo di puro esempio. Dà un’idea di prezzi, località, attrazioni ed esperienze tipici della destinazione, che possono essere inclusi in tutto o in parte nella programmazione dei vari Tour Operator.Potrebbe essere effettuato solo in alcuni periodi dell’anno, in funzione di stagionalità climatiche e situazione socio-politica della destinazione

 


Prezzo indicativo a partire da 3.960 € A PERSONA
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK